Come vivere infetti e felici
 
 

dicembre

Posted at dicembre 2, 2003 by

pudding_th.jpg
Dolce semplice e doppiamente risparmioso: consente di riciclare il pane secco e si cuoce a bagnomaria sul fornello, decisamente più economico del forno elettrico. Unico inconveniente: richiede uno stampo da budino con coperchio, non facilissimo da trovare (un pensiero al Casalinghi di Via Del Borgo, a Bologna, che non c’è più).
Per contrastare il principio di Archimede e mantenere lo stampo fermo nella pentola, sceglietene una che lo contenga di misura e collocate un peso sul coperchio (io ho usato un grosso tagliere di legno).
Fonte: Grande Enciclopedia della Cucina Curcio

PUDDING ALLA RICOTTA
•burro 60 g
•pangrattato 125 g
•ricotta 500 g
•zucchero 125 g
•3 uova
•buccia grattugiata di un limone
•una punta di spezie miste (cannella, zenzero, cardamomo)
•mandorle macinate 50 g
•uvetta 50 g
•burro e pangrattato per cospargere

Fate fondere il burro in padella e tostatevi il pangrattato per tre minuti. Togliete dal fuoco e incorporate la ricotta setacciata, lo zucchero, i tre tuorli, la buccia di limone e le mandorle.
Montate a neve gli albumi e aggiungeteli con delicatezza al composto, completate con l’uvetta, fatta rinvenire in acqua o tè caldo e asciugata. Versate nello stampo da budino imburrato e cosparso di pangrattato, quindi chiudetelo col coperchio e mettetelo a bagnomaria in una casseruola contenente acqua bollente.
Fatelo cuocere per un’ora a fuoco moderato. Toglietelo, fatelo riposare 5 minuti e rovesciatelo su un piatto. Servitelo con una composta di frutta, o con frutta sciroppata.

Lia l’ha fatto oggi pomeriggio, e subito, grazie al profumo, la Casina Verde s’è swicciata in modalità “prenatalizia”.

 
 
 
La Vonorace is powered by WordPress™ on FatMary Theme © 2008
‡ 26 queries in 0,060 sec ‡