Come vivere infetti e felici
 
 

agosto

Posted at agosto 27, 2004 by

A pochi giorni dal Ferragosto, a un anno dal prossimo appuntamento elettorale: il freelance italiano non poteva scegliere un momento peggiore per cadere in mano ai terroristi iracheni. Per strapparlo ai sequestratori i nostri politici non si sono schiodati dall’ombrellone: più che il ritorno dell’ostaggio, a loro interessa il ritorno d’immagine. La Farnesina accusa gli assassini di Baldoni: “Non si può far scadere un ultimatum in coincidenza con l’inizio del weekend”. Delusione del governo: pare che l’uccisione di un giornalista italiano non faccia punteggio per ottenere il sospirato seggio permanente all’Onu. Al centrodestra rimane una consolazione: ora c’è un pacifista di meno in giro. Sdegno della nazionale olimpica irakena che fra poche ore sfiderà gli azzurri ad Atene: “Invece di Baldoni, potevano rapire Gilardino”. Ma l’Italia di Berlusconi non cede: resteremo in Irak finché la democrazia non tornerà sotto i quaranta dollari al barile.

 
 

COMMENTS

RSS feed for comments on this post · TrackBack URL

  1.  Silvio said:

    settembre 1, 2004 @ 10:43 am

    E’ la stessa, identica, cosa che dice oggi, sui giornali, il papà di Baldoni.

  2.  L'Iberico said:

    settembre 1, 2004 @ 8:17 pm

    con Lia mi tocca ogni volta di commuovermi e gioire assieme… Forse la satira migliore e’ quella che ti provoca questo tipo di reazioni schizoidi. Dunque, Lia e’ LA Migliore. :–))

 
Comment Form

 
 
 
La Vonorace is powered by WordPress™ on FatMary Theme © 2008
‡ 28 queries in 0,486 sec ‡