Come vivere infetti e felici
 
 

novembre

Posted at novembre 30, 2005 by

LuttazziIl Signor Daniele Fabbri di Sant’Arcangelo di Romagna, in arte Luttazzi, sta pagando sulla sua pelle una coerenza che mette i brividi. Non parlo, o non parlo solamente del suo allontanamento dalla Rai, ma di molti altri antipatici contrattempi che gli occorrono da quando, insana decisone, si è messo frontalmente in conflitto con i gestori del Villaggio, ovvero i mostri che stanno al governo. Telefonate, minacce, strani dossier inviati a casa, eccetera. Glielo avranno detto in tanti:”Se volevi la vita tranquilla mica ti mettevi contro Don Ciccio. Fa’ il comico e goditi il successo“. Ma il punto è questo: che Luttazzi fa il comico, sul serio. Il Fool che le spara pesanti, e mentre solleva le gonne alle dame scopre anche il culo del Re.
Sembra che non ne possa fare a meno: è un tipo di persona che si mette nei pasticci perchè certe cose deve dirle. Adesso, come tanti di noi, è molto arrabbiato, gira nei teatri e incontra studenti, associazioni eccetera. S’infila, come fanno i colleghi Grillo, Guzzanti e altri, in ogni spazio di libertà rimasto incustodito. Non è così facile, non crediate. Non basta essere famosi e aver messo da parte qualche soldo. Scaricatevi i documenti dal suo Podcast e capirete meglio cosa intendo dire. Triste quel Paese che deve farsi indicare la retta via dai comici. Sosteniamolo, sosteniamoli.

 
 

novembre

Posted at novembre 23, 2005 by


A Bologna sta per aprire una nuova libreria, pimpante e speranzosa come deve essere una nuova libreria . Un negozio di libri che appare sul mercato è sempre una buona notizia, ovunque e dovunque succeda. Se poi lo spaccio di parole risulta, in qualche modo, sotto le insegne di LMT e dello storico Fancleb, la festa e’ doppia, tripla, onusta, zibibba.
Ecco i fatti: da una settimana la signora Nico “Mondadori” Maldini Nylon, storica amica di noi della Casina Verde, mamma della primissima amica-gemella di Emma, moglie di Ted ( il compagno di band di babbo Roberto), con le socie Anna e Orsola, sta a testa bassa nei preparativi della sua nuova impresa in via Goito 3/C, Bo. In una tripudiosa mail ci informa che “i pavimenti sono rossi e lucidi (ma siamo già quasi assicurate), le pareti color crema… (e) scalpitiamo e ordiniamo libri tutto il giorno (ma abbiamo iniziato lo scorso giovedì e fra poco smettiamo, resterà un pochino di spazio per i visitatori)”
Il prossimo weekend sarà immolato al Divino Billy (la libreria bianca Ikea) e dopo… detto con la dovuta scaramanzia trifolata…
…dopo: dai primi di dicembre Bologna si arricchirà di “Trame”, la nuova libreria cetacea, ridondante, assolutamente da non perdere. Fansi Terital, amici Savoiardi del 3000, denigratori di Gandini, lettori felsinei e non, ecc…: siete tutti invitati a passare di là e portare i vostri omaggi. Noi lo faremo ogni volta che ci sarà possibile e anche di più.

 
 

novembre

Posted at novembre 18, 2005 by

giocadp05Gioconda: Mamma cosa significa trapiantare?
Mamma Lia: E’ quando togli una piantina da un vasetto e, tutta intera, con le radici, la sistemi in un vaso piu’ grande, o in un prato. Però si dice anche per una cosa che si fa all’ospedale. Se una persona ad esempio ha il cuore malato, che non funziona più, si può prendere un altro cuore sano e “trapiantarglielo” nel petto. Il cuore di un’altra persona.
Gioconda: …e dopo però a questa altra persona gli mettono un altro cuore sennò resta senza vero?
Mamma Lia: Hm. Non è proprio così. Te lo spiego… presto. Adesso vieni a tavola? 🙁

 
 

novembre

Posted at novembre 16, 2005 by

Teatro Novelli: Buongiorno, Teatro Novelli.
Casina Verde: Ah.. Buongiorno. Senta, chiamavo per lo spettacolo di Luttazzi.
Teatro Novelli: E’ tutto esaurito. Abbiamo finito i biglietti subito, la prima mattina di prevendita.
Casina Verde: No hm, scusi, lo immaginavo, ma non intendevo lo spettacolo di dopodomani. Ho letto che proprio a causa del tutto esaurito ne fa un’altro in dicembre…
Teatro Novelli: Ma anch’io mi riferivo a quello di dicembre. E’ tutto esaurito. Può provare a chiamare se c’è qualche rinuncia, nei prossimi giorni.

 
 

novembre

Posted at novembre 14, 2005 by

La madre dei cretini tira un sospiro di sollievo: accolte le richieste dell’Udc, contraria a limitare l’assegno di mille euro ai bambini nati nel 2005. Ora ne avranno diritto tutti quelli che riusciranno a dimostrare di avere ancora un cervello da poppante in grado di credere alle promesse elettorali del centrodestra. Dure proteste degli embrioni: “Visto che per la legge 40 siamo già bambini, dateci subito la grana”. Per gli asili nido, nemmeno un centesimo, ma il ministro Tremonti spiega: “Sugli alberi i bambini prendono freddo, meglio tenerli a casa”. Confermato il contributo a chi ha un disabile in famiglia: “Volevo tagliarlo – ammette Berlusconi –, ma la moglie di Bossi mi faceva un culo così”. In un impeto di generosità, il Cavaliere promette un tetto agli italiani poveri: “Sotto i piloni del ponte sullo Stretto ci sarà posto per tutti”. Ru486, è Storace il vero incentivo all’aborto: chi ha voglia di mettere al mondo figli in un paese che dove un bruto del genere fa il ministro?

 
 

novembre

Posted at novembre 8, 2005 by

Cuore: il primo Giudizio UniversaleCuore: Ultimo Giudizio UniversaleSi bimbe, è il giornale dove lavoravano mamma e papà ed è presto per raccontarvi tutto. E ci sono dei contenuti che per ora, piccole care, sarebbe complicato spiegare. Quelle parolacce? Parolacce… Come dicevamo? Parole pulite per un mondo sporco. Qualcosa del genere. Come faccio a visualizzarti, a semplificarti, che so… com’erano i socialisti del pre-tangentopoli? Quegli incravattati che oggi intravedi nei tg, un po’ somigliano a loro, ma dovrei spiegarti che in realtà sono dei baccelloni.. sono usciti dalla buccia di quelli là, quando si spaccarono tutte le bucce. Ma tu non hai ancora visto l’Invasione degli Ultracorpi. Quindi difficile, per ora. Ho messo mano ai vecchi fogli, per un favore che mi hanno chiesto e ne approfitto per depositare qui un altro souvenir della Resistenza Umana. Lo storico “Giudizio Universale”, che visse su Cuore dal nr.1 al nr.140 (4/10/93). Queste sono le classifiche pubblicate sulla prima uscita in edicola e sull’ultima edizione che ospitò quella sorta di “sondaggio più grande del mondo”. E se ben guardate, la distanza di tre anni dall’una all’altra non modificò più di tanto le cosiddette prime “dieci ragioni per cui vale la pena di vivere”. In fondo i Cuoristi avevano le idee abbastanza chiare. Meno limpidi furono coloro i quali, inviando massiccie votazioni per soggetti personalistici e incomprensibili a tutti gli altri lettori. La rubrica venne chiusa a causa di queste votazioni “organizzate” che, sballando la classifica, resero il gioco senza senso. Probabilmente erano gli stessi che, qualche anno dopo, si ripresentarono dentro ai forum e ai blog col costume da troll.

 
 

novembre

Posted at novembre 1, 2005 by

La questione è semplice. Molto semplice. Il server costa 3500€ i diritti RIA e quelli SIAE si aggirano intorno ai 500€ per canale. E RadioNation ne ha quattro di canali. Condivido la posizione di Gianluca che ritiene che per essere liberi davvero non si debba ricevere soldi da altri se non da quelli che ti vogliono, se lo vogliono. E cioè tutti i retaioli che si godono RadioNation, Macchiaradio ecc… Offerta libera, liberissima, anche zero – che se non si raggiunge la quota non cambia niente perché pagare si paga lo stesso e trasmettere trasmetteremo comunque. Ma sarebbe un bel gesto. Un soldino per RadioNation. Rendi la tua radio libbbbera verameente 🙂

Un soldino per RadioNation
Un soldino per
RadioNation

Rendi la tua radio
libera veramente!

 
 
 
La Vonorace is powered by WordPress™ on FatMary Theme © 2008
‡ 29 queries in 0,351 sec ‡
 
 
tags
 
 
 
Pages
 
 
 
Meta
 
 
 
Blogroll