Come vivere infetti e felici
 
 

giugno

Posted at giugno 18, 2006 by

Ricavo e rilancio questo istruttivo post scritto da Aliencrossing:

Nel gennaio 2006 Medici senza Frontiere ha presentato il secondo rapporto dell’Osservatorio Crisi Dimenticate: un’iniziativa in collaborazione con l’Osservatorio di Pavia, che ha effettuato un’analisi qualitativa e quantitativa dello spazio che le principali edizioni (pranzo / sera) dei TG nazionali di RAI, Mediaset e La7 hanno dedicato alle emergenze umanitarie nel corso del 2005.

Dal loro sito si può leggere:

“Entrando poi nel dettaglio delle dieci crisi umanitarie più ignorate, anche nei nostri TG queste hanno trovato poco spazio:

  • 1 ora e 37 minuti al fenomeno AIDS in generale (di cui 1 solo minuto dedicato alla lotta all’AIDS in Africa);
  • 1 ora e 24 minuti dedicati alla Somalia (di cui 2 soli minuti sono stati dedicati agli scontri e alle tensioni che affliggono la popolazione civile);
  • 48 minuti dedicati alla crisi in Cecenia;
  • 28 minuti alla situazione in Colombia;
  • 21 minuti ad Haiti, ma solamente al sequestro lampo di una donna di origine italiana;
  • 8 minuti alla guerra in Congo;
  • 7 minuti alla situazione in Sud Sudan;
  • 4 minuti alla guerra in Uganda;
  • 0 minuti ai conflitti interreligiosi in India nord-orientale;
  • 0 minuti alla situazione in Costa d’Avorio.

Pochissimo spazio è stato inoltre dedicato ad altre gravi crisi umanitarie: poco più di un’ora alla tragedia del Darfur, dove due milioni di sfollati continuano a vivere in una condizione di estrema precarietà, sottoposte a violenze e tensioni permanenti.
Sei minuti all‘epidemia di malaria, che ogni anno provoca oltre un milione di morti; due minuti alla situazione in Angola e a quella in Zimbabwe. ”

 
 

COMMENTS

RSS feed for comments on this post · TrackBack URL

  1.  marchino said:

    giugno 20, 2006 @ 5:44 pm

    Che dire, sono dati che si commentano da soli.
    In merito al livello qualitativo dell’informazione televisiva, qui da noi, si sono ormai sprecati oceani di parole, ma chiunque dei responsabili è sempre ben lungi dal passare ai fatti per migliorare la situazione.
    Alla lunga il sospetto che prende forma è quello che esista una mentalità bieca, ipocrita e menefreghista che vuole che si ignori chi se la passa peggio di noi.
    In fondo adesso l’importante è seguire ciecamente gli undici burattini azzurri…

 
Comment Form

 
 
 
La Vonorace is powered by WordPress™ on FatMary Theme © 2008
‡ 28 queries in 0,741 sec ‡