Come vivere infetti e felici
 
 

luglio

Posted at luglio 28, 2007 by

MobyCult07.jpgDopo la trasferta di riscaldamento a Pescara, il prossimo venerdì tre agosto giochiamo in casa: Luca, con tutta la famiglia botturina, sarà nella nostra Rimini e già nel pomeriggio saremo in scena, dato che al Bagno 67Tortuga Beach“, faremo, il Bottura ed io, un’intervista salmastra a cura di Veronica Hit Radio.
Il faro di Rimini
Alla sera dalle 21,30, nella (respiro) tensostruttura di piazzale Boscovich, ovvero al porto di Rimini, (sulla “palata” dai), Luca Bottura (autore del libro) e Roberto Grassilli (illustratore del medesimo), coaudiuvati dalla relatrice Lia Celi, presentano
Tutti al Mare Venti Anni Dopo” Airplane – Alberto Perdisa Editore.
Tutto ciò in un fior di ambito (la sera prima di noi c’è Gianantonio Stella, tre sere dopo c’è Enzo Braschi… cioè) che vi presento con le parole ufficiali degli organizzieri:

Torna a brillare per tutta l’estate MobyCult, l’appuntamento tra autori e lettori organizzato da CNA.COM, con la collaborazione del consorzio “Il libro nella città” e la direzione artistica di Manola Lazzarini. Dal 5 luglio al 31 agosto una galassia di incontri con scrittori di fama presentati da testimonial eccellenti, per conoscere di persona gli autori preferiti o assaggiare pagine nuove, con un tocco in più: le incursioni nei saperi e sapori del territorio.

Chiarito che paglia non è, esortiamo amici, casigliani, negozianti di fiducia, genitori di compagni di classe delle nostre figlie, a intervenire vivacemente alla serata. Il libro, avrete capito, gira intorno allo Stivale assaggiando tutte le nostre coste e parla anche di Rimini, quindi, fra i ricordi “di Cuore” che condividiamo con Luca e la nostra attuale vita da patacca importati, ne avremo da dire. A venerdì.

 
 

luglio

Posted at luglio 26, 2007 by

Parigi 2007 / 1Noi pensavamo sarebbe piaciuta, ma non così tanto. La grandi città sono presenti in numerosi racconti, cartoni, libretti che popolano la vita delle tre bimbe, ma arrivarci dal cielo, e andare, andare, andare con quel pullmino fino all’albergo, fornisce da subito una dimesione mentale diversa.
Parigi ogni mattina, per otto mattine, ci ha ingoiati nella metrò (stazione “Europe“) e ci ha tobogati in giro per i suoi quartieri così diversi, così sostanziosi. La Metropolitain, uno dei massimi di questa vacanza. Tanto che oggi, se andiamo in autobus fino a Viserba, a ogni stop del mezzo Iris e Gioconda esclamano: “Saint Lazare!” o “Operà!” o addirittura “Havre-Caumartin“, imitando la voce registrata che si sentiva sui convogli sotterranei.
Le tappe e i commenti specifici del nostro vagare parigino li potete leggere sfogliandovi l’album che sta come sempre su Flickr, qui mi limito a sottolineare l’effetto che la capitale europea, la “ville” per eccellenza, ha avuto sui transfughi della Casina Verde. Le sorelle hanno sgranato gli occhi e forse più che gli occhi hanno sgranato i sensi e l’intelligenza.
A nove, sei, quattro anni si è già in grado di percepire benissimo un modo diverso di stare in un’urbe, qualcosa che ha a che fare con la mancanza di disprezzo per il luogo in cui si vive. Loro non sanno che anche a Parigi ci sono infiniti problemi e ingiustizie, ma hanno capito, e lo hanno fatto capire a noi, che è meglio abitare in un posto trattandolo bene, possibilmente tutti assieme.
I due genitori, immunizzati per forza di cose dall’effetto che la città può avere sulle coppie, hanno dribblato come potevano il confronto con le inefficenze italiche e la scarsa attenzione che il nostro bravo Paese cattolico, tanto affezionato alla Famiglia, accorda alla medesima quando osa uscire di casa per fare qualunque cosa: prendere un mezzo pubblico, fare la spesa, andare in un museo o in un parco, mangiare.
Adesso, oltre al prevedibile riecheggiare di un “Quando torniamo a Parigi?“, rimane sospesa, fra il soffitto e il pavimento della Petite Maison Vert, una domanda mica così peregrina: “ma siamo sicuri che sia inevitabile farle crescere qua e non là?“.

 
 

luglio

Posted at luglio 24, 2007 by

edison_pescara.gif
present_pescara.gif Cercherò di essere presente quantomeno a quelle da questa parte, sulla nostra East Coast. Se per esempio ne fissano a Vico Equense, non ce la posso fare. Però la prima presentazione del libro di Luca da me pitturato, si effettua questo venerdì a Pescara. E’ l’inizio del presentescion tùur, sono solo due orette di treno, come esimermi? Ecco i riferimenti esatti:

PESCARA, venerdì 27/07/07 ore 21,30
Alla Libreria Edison, Via Carducci 102/104,
Luca Bottura e Roberto Grassilli presentano
Tutti al Mare Venti Anni Dopo” Airplane – Alberto Perdisa Editore
Info: www.libreriaedison.it tel. 085/36215

Prossime presentazioni: il 29 luglio a FREGENE (Coqui Beach, Lungomare di Levante 72, ore 18 – senza il Grassilli ma con la partecipazione di Pulsatilla e Max Giusti).
Il 3 agosto a RIMINI!. E questa ovviamente mi riguarda e riguarda anche Lia Celi.
Presto altre date e speriamo stampino le magliette con le tappe.

 
 

luglio

Posted at luglio 22, 2007 by

Notte Harry Potter La serata è riuscitissima, la Caccia al settimo e ultimo tomo (vedi post qui sotto), in giro per il centro storico di Rimini ha catturato e divertito una quarantina di ragazzi e bambini, che divisi nelle quattro Case, sono passati da una prova al’altra fino alle buie stanze del Ghirigoro, le quali celavano il cofanetto contenente l’agognato premio.
Le maghe della Libreria hanno buttato un sortilegio che è arrivato fino alla Casina Verde, trasformatasi per una notte nella dimora balneare del prof. Thornwall B. Shears. Tale sedicente-docente di Hogwarts era incaricato di fare udire alcune voci misteriose agli studenti che fossero riusciti a scoprire la sua dimora all’ombra dell’Arco Antichissimo. Tre voci per ogni Casa; ai vincitori un indizio per proseguire la caccia.
In attesa di qualche fotogramma che documenti la prestazione di B. Shears, potete osservare un primo reportaggio fotografico della serata.



 
 

luglio

Posted at luglio 17, 2007 by

Carnevale 2006: Potterine/1Nella notte tra il 20 e il 21 luglio arriverà l’attesissimo ultimo volume della saga di Harry Potter in inglese: Harry Potter and the Deathly Hallows.
Contemporaneamente all’Inghilterra il libro arriverà anche nelle librerie di moltissimi paesi del mondo tra cui l’Italia.
La libreria per ragazzi di RiminiViale dei Ciliegi 17“, effettuerà un’apertura notturna speciale per questo evento.
Streghe e maghi si daranno appuntamento nella serata in via Bertola e, alle 10.30, decine di giovani fans di Harry Potter si ritroveranno presso la libreria per partecipare ad una grande caccia al tesoro a tema che prevede spostamenti anche fuori dalla libreria alla ricerca di luoghi della saga che magicamente si materializzeranno lungo le vie della città e tante prove da superare, molte delle quali richiederanno una perfetta conoscenza del mondo magico. Si mormora che una delle tappe di questa caccia al tesoro sarà una certa Casina Verde, dove in questo periodo si trova in vacanza, in incognito, un certo docente di Hogwarts.
Al ritrovamento del tesoro i concorrenti saranno rifocillati con un piccolo buffet di disgustose delizie attendendo di poter acquistare il libro.
è gradito l’abito in tema con la serata!
Per partecipare alla caccia al tesoro occorre iscriversi presso la libreria.

Per informazioni: 0541/25357

 
 

luglio

Posted at luglio 7, 2007 by

Neklusnusis AngelasCome affermano nella quarta di copertina, “Vienu plunksnos brûkstelejimu dienorastyje mergaite is Berlyno sukuria savo varda, savo likima…“… ‘Rco cane, che frustrazione mettere gli occhi su una lingua che non si connette con nulla di quanto sta nel tuo bagaglio lessicale. Non consente manco spericolate ricostruzioni partendo dalle tre parole che si è creduto di riconosere. Nulla.
Edizioni Gimtasis ZodisFatto sta che Marlene non dava notizie di se’ da qualche tempo, ma oggi ci ha scritto che è in Lituania e sta bene. Il libro di Lia del 2004, uscito nelle “Sirene” EL ha avuto il piacere di essere acquistato e pubblicato oltrefrontiera e da pochi giorni è disponibile nelle migliori librerie di Vilnius, per i tipi delle edizioni Gimtasis.
Per noi della Casina Verde la parte più divertente si trova in fondo al volume, nella scheda biografica della scrittrice.
I nostri amici baltici hanno l’abitudine di tradurre anche i nomi propri, così abbiamo potuto leggere che la “zurnaliste ir rasytoja” Lia Celi è mamma di Ema, Dzokonda ir Iris!! 🙂
Allora sekmes, cara signora Dietrich, viso gero alla prossima eventuale ristampa, chissà dove.

 
 

luglio

Posted at luglio 2, 2007 by

Frigorifero di Gioconda 1Gioconda= Babbo cosa posso fare con questo? (ha in mano una scatola vuota di gelatini da supermercato)
Babbo= Uhm… Non so… Ha una forma da casetta… cassetto… baule del tesoro?
Gioconda= Un baule pieno di tesoro… Lo so cosa fare. Mi presti il tuo scotch?
Babbo= Si va bene, poi riportamelo
(poco dopo, riportando lo scotch): Gioconda= L’ho ricoperto di carta e ho fatto la maniglia e guarda dentro!
Il Frigorifero di Gioconda!

 
 
 
La Vonorace is powered by WordPress™ on FatMary Theme © 2008
‡ 25 queries in 0,242 sec ‡