Come vivere infetti e felici
 
 

giugno

Posted at giugno 11, 2008 by

"Mare di Libri" su Topolino

Una segnalazione su “Topolino”, giugno 2008.

 
 

giugno

Posted at giugno 9, 2008 by

Ultimamente le bimbe sono intrigate da certe vecchie canzoni cantautoriali, tipo quelle di Gaber. Dopo aver ascoltato “Vieni in città“, Iris ha deciso che a cantarla era un gatto. “Lui la canta in mezzo a tutta la gente che lo guarda, poi, dopo il finale dove lui urla sempre di piuuu! Finisce e tutti lo pestano.
Tornando alle loro frenetiche vite, dopo un attimo di sospensione davanti a questo felino che esibisce, immagino.


 
 

giugno

Posted at giugno 2, 2008 by

Emma X
Quindi Emma ha dieci anni. Inequivocabilmente, come suggeriscono altre cose che non sono il calendario. La sua personcina, che si allunga e si ammorbidisce come quelle lampade psichedeliche degli anni ’70. Abbandona cartoon network e va a scrivere sul Mac. E fra non molto “gli adolescenti”, ovvero la categoria che ci divertiamo a prendere in giro assieme da anni, saranno la SUA categoria.
Mi dicevo: con Emma non si può mai sapere. A quattro anni leggeva e scriveva, a sei componeva canzoni, a otto leggeva “Piccole Donne” e iniziava a scrivere copioni e a dirigere le sorelle in “Tedeskis The Cat” .
Per contro, a sette anni aveva ancora problemi ad aprire e chiudere le porte, e a dieci continua a farci impazzire per come si comporta a tavola e ogni uscita di casa ci obbliga a una verifica accurata del suo aspetto esteriore.
Ma sono bubbole. La principessa di papà cresce e come in tutte le commedie americane papà inizia a dare segni di agitazione. Da tempo non mi fido del tempo; so che non conviene dire “beh, ancora non ci siamo“. Non va detto, papà-colleghi, non fatelo mai: pronunciate frasi di questo tipo e all’orologio non parrà vero di sgommare in avanti per costringerci a patetiche rincorse. Conviene venire a patti e rifarsi biecamente sui figli più piccoli, illudendosi di essere una crono-guardia come il babbo di Thursday Next e di poter manipolare le stagioni della vita a proprio piacimento. Giocare con le primavere e le estati e i primi giorni di scuola e l’albero da addobbare. Non contare: mescolare. Correre su e giù per l’agenda, lasciando segni e disegni in più pagine possibili. Accendere candeline e soffiare, leggere un libro e spegnere la luce.
Buon compleanno Emmilù.




 
 
 
La Vonorace is powered by WordPress™ on FatMary Theme © 2008
‡ 26 queries in 0,349 sec ‡