Come vivere infetti e felici
 
 

luglio

Posted at luglio 29, 2013 by

Una settimana fa io, il papi e Iris siamo andati al Cartoon Club dove c’erano molti cosplayers. E’ stato divertente vedere tutti i tizi travestiti. C’era anche un grande capannone dove c’erano molti gadget. Quando sono entrata ero in paradiso; distese e distese di manga ed action-figure. Sul palco un po’ più indietro  c’erano dei cosplayers che recitavano malissimo delle scene di cartoni giapponesi. In mezzo al parco c’era un’area dove dei quarantenni calvi e grassi lottavano con delle spade e delle fruste. Mi chiedevo come facevano i ragazzi a girare con quei vestiti imbottiti in un pomeriggio così caldo. Ecco alcune foto:

 

 
2013-07-21-16.42.192013-07-21-17.45.392013-07-21-16.54.02 2013-07-21-16.52.47

 
 

luglio

Posted at luglio 21, 2013 by

Sono indecisa su che lavoro fare da grande. Però queste sono le mie 8 idee:

1) la disegnatrice; soprattutto di cartoni animati. Me la cavo bene a scarabocchiare.

2) la doppiatrice; sempre di cartoni animati. Mi piacerebbe molto dare la mia voce a dei personaggi. Peccato che ho l’erre moscia. 🙁

3) l’attrice; solo di film divertenti. Recito bene e mi piacerebbe andare a pranzare con l’attore che venti minuti prima faceva finta di spingermi giù da un palazzo.

4) la musicista; in una band. Suono la batteria e devo dire che me la cavo bene. Vorrei anche iniziare a suonarne qualcun’altro.

5) la calciatrice; il calcio è la mia passione! ( Vedi articolo “Calcio, che passione!”) Voglio dare più valore al calcio femminile e non farlo soffocare sotto il calcio maschile.

6)  l’artigiano; sono creativa e lavoro bene con le mani. Pensavo tipo alla falegnameria o all’architettura.

7) l’imitatrice; in classe ho una buona reputazione nel campo delle imitazioni. Vorrei diventare just like Crozza!

8) la cosplayer; indovinate di cosa? Cartoni animati. “Quando trovi un’occasione per andare in giro vestito im modo strano, coglila subito al volo!” (Consiglio di Gioconda 😉 )

 

Gioconda Grassilli

 

 

 
 

luglio

Posted at luglio 15, 2013 by

Il calcio è la mia passione dalla terza elementare. Nel cortile della nostra scuola c’era un campetto ed è lì che la mia voglia di giocare a calcio è cominciata. E’ merito anche di un mio vecchio amico che mi ha consigliato di iniziare. Certo, all’inizio non ero molto brava, ma con tutti quegli anni di gioco sono migliorata. Sto insegnando le basi a mio fratello Orlando e spero che quando sarà un po’ più grande potrà giocare con me veramente. Nella mia famiglia nessuno è così appassionato di calcio come me. Il babbo pensa che sia un gioco inutile e odia il tifo, la mamma ha un po’ provato ma si è stufata subito ed era molto scoordinata, Emma con gli sport dove c’è la palla non va molto d’accordo e Iris, poverina, ce la mette tutta ma non è proprio portata. Poi chissà, se si allena molto potrebbe diventare più brava di me. Posso sperare solo su Orlando, educandolo al calcio e al tifo (per l’Inter, naturalmente). L’anno scorso avevo anche provato un corso di calcio dove facevo il portiere. Ero brava, ma con tutti gli altri (maschi) che mi prendevano in giro perchè ero una femmina, mi demoralizzavo subito. Poi quando paravo loro i tiri si arrabbiavano con me. Allora ho lasciato stare, con gli invidiosi non si può ragionare. Soprattutto se sono dell’altro sesso. Scusate ma adesso devo andare a fare qualche lezione di calcio a Orlando di sotto in garage. Orlando sei la mia unica speranza!

 

 

Gioconda Grassilli 😉                                                

Pazza inter amala!!!

Pazza inter amala!!!

 
 

luglio

Posted at luglio 11, 2013 by

Silvia Pompei è una vecchia conoscenza del papà, si sono incontrati al liceo, ed è venuta al mare con noi lunedì per chiaccherare un po’ con il papi mentre io e Iris facevamo il bagno. Visto che è una disegnatrice, il papi mi ha consigliato di portare il mio quaderno dei disegni dei personaggi di cartoni animati. Allora l’ho portato in spiaggia e gliel’ho fatto vedere. Lei mi ha detto allora che erano molto belli e che avevo un futuro come disegnatrice! E’ stato molto lusinghiero detto da una persona così. Il papi mi dice spesso che potrei diventare una disegnatrice di cartoni animati. Magari, fra qualche annetto… 😉

 

Gioconda Grassilli 

 
 

luglio

Posted at luglio 8, 2013 by

 

Quando uno mi chiede:”Qual è la tua band preferita?”, io rispondo:”I Beatles“. Quando loro ascoltano con le cuffiette gli One Direction, io ascolto i Beatles; loro parlano delle “band per giovani”, io parlo dei Beatles. Loro imparano le canzoni di Justin Bieber a memoria? Io so tutte quelle dei Beatles. Non ascolto solo  quello, ma anche la band del papi. Il problema è che io, ascoltando i Beatles, dovrei conoscere anche i Pink Floyd o i Rolling Stones o i Sex Pistols. Non li ho mai ascoltati perchè le loro canzoni sono strane e, a volte, fanno delle registrazioni di 10 minuti dove per esempio suonano solo una chitarra e un flautino. Ma non potrò mai rinunciare ai Beatles, quando ascolto le loro canzoni mi catapultano in un mondo fantastico! Peccato che quando la canzone finisce, mi ricatapultano in questo mondo pieno di galli ottusi.

 
 

luglio

Posted at luglio 7, 2013 by

Tre giorni fa ho visto a Servizio Pubblico il servizio “Sepolta viva” su Roma. Ho visto il suo degrado, nascosto dietro le bellezze monumentali, le parti che vogliono fare vedere e quelle che non vogliono fare vedere. Era piuttosto impressionante, se pensi quanto vale Roma, nel campo monumentale e culturale. Faceva vedere i venditori ambulanti che scappavano dalla polizia, che però dicevano che Roma gli piace molto (non so quanto è vero). La troupe andava poi a chiedere ai venditori delle bancarelle o dei negozi che vendono roba taroccata se avevano il permesso, e i giornalisti si facevano buttare fuori a calci. Andavano nelle gallerie della Domus Aurea e vedevano tutti i mosaici rovinati perchè tenuti male. C’era anche una ragazza russa vestita da Cleopatra che chiedeva l’elemosina, e diceva che in un sogno le era apparso Leonardo da Vinci che le aveva detto:”Ciao!”, e allora ha deciso di andare a Roma. Un po’ bizzarro ma passabile. Poi uno che lavora in quel campo lì magari vede il programma e dice:“Domani vado e cambio tutto!”; poi il giorno dopo è mezzo addormentato che dice:” Sì…cioè….magari….bo…”. La verità è che la generazione di oggi dovrà cambiare il mondo! Solita scusa dei vecchi, però è anche vero che il mondo non si cambia a 50 anni, ma a 20. Sì, mi piacerebbe andare all’estero, ma vorrei cambiare un po’ la mia patria e farla diventare un posto migliore per tutti, compresi gli stranieri che vengono sempre trattati peggio di un gallo ottuso. 😉

Gioconda Grassilli

 
 

luglio

Posted at luglio 6, 2013 by

E’ in corso il weekend della notte rosa, dal 5 al 7 luglio (o lulio come dice Orlando). Ieri sera, il 5, ci sono stati i fuochi d’artificio. Molto belli. C’era molto casino, ma meno dell’altra volta perchè erano tutti al concerto di Antonello Venditti. Doveva smettere verso mezzanotte, quando iniziavano i fuochi, ma ha continuato anche durante i botti e quando siamo andati via stava ancora suonando. Anche quando ero a casa in camera mia e aprivo la finestra si sentiva in lontananza. Visto che delle ragazze per strada offrivano la birra-limonata il papi ne ha approfittato e mi ha chiesto se volevo assaggiare. Io, indugiando, ne presi un sorso. Non era tanto male, prima di prendere il terzo sorso! Un retrogusto alla birra mi ha contaminato il palato e ho restituito subito la birra al papi, a cui piace molto quella roba. Ma non era finita lì. A casa sono andata al bagno ben 4 volte!

Ieri sera la mamma era con il cellulare (incollata lì come sempre) e Emma le disse: “Mamma, metti via quel cellulare! Non c’è solo quello!” e la mamma: “Dai, che palle!”. Sembrava proprio la scena dove il genitore dice al figlio adolescente di mettere via il cellulare. Peccato che le parti stavolta erano invertite! 😉

 
 

luglio

Posted at luglio 5, 2013 by

Io adoro i cartoni animati e non smetterò mai di guardarli. Anche quando sarò grande mi prenderò due orette e guarderò gli episodi dei miei cartoni preferiti. Chi l’ha detto che quando si cresce non si possono più fare le cose da bambini? Come i Pokemon, prometto che sarò per sempre una fanatica. Alla fine della quinta elementare ho fatto l’esame d’inglese e ho preso il massimo: 15 scudi (gli scudi sono come i punti). E’ stata una cavolata, in parole povere.

Una persona qualunque penserebbe: “Ma cosa c’entra l’una con l’altra?“. Risponderò subito a questa domanda. Il fatto è che una buona parte del mio inglese l’ho imparato dai cartoni. Mi ha aiutato molto anche nella pronuncia. Non per niente ho preso 10 in pagella in inglese. 😉 Basta cambiare la lingua da quella italiana in quella originale e il gioco è fatto. Oppure guardarli sul computer per chi non ha Sky. Quindi, invece di sentire sempre gli stessi episodi in italiano, cambiate la lingua ai cartoni animati dei vostri figli. Parola di Gioconda.

 

Gioconda Grassilli 🙂

 
 

luglio

Posted at luglio 4, 2013 by

Ieri sera ho visto sul canale Real TimeMa come ti vesti?”. Praticamente Enzo & Carla, che sono i due che dovrebbero aiutare quella che si veste male, vanno a scovare la persona “trash”, che secondo me si veste più che normalmente, per trasformarla in una tutta mini-gonne e borsette. C’è anche una parte dove Enzo & Carla vanno a rovistare nel suo guardaroba e buttano via quello che secondo loro è fuori moda; solo qualche maglia o foulard si salva, ma è raro. Poi loro si sentono liberi di poterli insultare come vogliono sull’abbigliamento, vabbè che si sono messi d’accordo prima, però mi sentirei un po’ offesa se mi dicessero tipo: “Ma come ti vesti tesoro?!? Cos’è quel tulle in organza avvolto da un sottile strato di lino imbalsamato su quella coscia bietolona?”, “Ma, dico, il tuo specchio non preferisce andare a fare jogging invece di riflettere la tua immagine?”, “La tua autostima non ha ancora chiesto il passaporto per la Bolivia?”, “Hai la stessa conformazione fisica del gabibbo!”, “Eddai con un po’ di postura! Levati quel tubero dalla testa!”, “Con questi infradito non entri manco a Pinarella di Cervia, tesoro!”, “Sei un film dell’orrore!”, “Sei più triste di un succo alla pera!” o “Dove vai conciata così?” “Eh, vado in giro al mare” “Sì, al mare d’inverno!”. 🙁 Poi sono gli amici o familiari che li “denunciano” ad Enzo & Carla, ma se ti mandano quelle due vipere che amici sono?

Gioconda Grassilli 😉

 
 

luglio

Posted at luglio 3, 2013 by

Di solito, quando vedo un ciccione che fa qualcosa, dico che è un ciccione strangolato. Per l’occasione ho inventato alcune filastrocche. Eccone alcune.

 

 

Il ciccione strangolato                                                                                                                                                    

con suo marito si era sposato

poi qualcuno li incendiò

il ciccione allora divorziò.

 

Il ciccione strangolato

il parquet aveva cambiato

poi il gatto glielo graffiò

e il ciccione pianse un po’.

 

Il ciccione strangolato 

aveva comprato un gelato

ma quello si squagliò

e il ciccione si arrabbiò.

 

Il ciccione strangolato

quattro schiaffi si era beccato

per sempre se lo ricordò

e quando potè si vendicò.

 

Il ciccione strangolato

col presidente si era drogato

la polizia lo arrestò

ma nella cella non entrò.

 

La cosa bella è che se ne possono fare un milione!

Orli ieri ha detto: “C’è un signore che ha la pancia, e si spacca la testa, la pancia e gli rimane la testa“. 😀

 

Gioconda Grassilli

 
 
 
La Vonorace is powered by WordPress™ on FatMary Theme © 2008
‡ 42 queries in 0,187 sec ‡