Come vivere infetti e felici
 
 

agosto

Posted at agosto 24, 2013 by

Era da un po’ che pensavamo di andare allo Zoo Safari. Si trova a Mirabilandia. Non sapevo che quella zona si chiamasse davvero Mirabilandia. Abbiamo accostato alla cassa per comprare i biglietti e ci hanno elencato le regole tra cui non aprire le portiere della macchina o i finestrini e di non usare i flash sulla macchina fotografica. Siamo entrati nel cancello a bordo della macchina e il primo animale che abbiamo visto da vicino è stato uno struzzo che si è avvicinato al finestrino ed ha esaminato la nostra macchina come se dovesse fare un controllo e si è fermato lì per un po’ ma noi siamo dovuti andare avanti, facevamo notte se aspettavamo quello struzzo ottuso. Poi abbiamo visitato molti altri habitat con molti altri animali che non avremmo potuto vedere se non andando nei luoghi dove vivono solitamente. Lo struzzo era praticamente onnipresente. Ogni volta che ci giravamo vedevamo uno struzzo ottuso! Siamo entrati anche nelle recinzioni piú pericolose, prima in quella dove c’erano i leoni, e poi in quella dove vivono le tigri. Ho visto anche una tigre che faceva il bagno e si vedeva proprio che era un felino! Avevano un faccione così tranquillo e sereno che scommetto che se anche una giovane gazzella fosse passata davanti ai leoni dicendo:”Eccomi, sono una gazzella. Prendetemi.”, loro avrebbero continuato a dormire pacificamente. Dopo il safari siamo andati nell’ area ristorante e abbiamo pranzato. Se lo volete sapere io e Iris ci siamo sbafate un paio di hot-dog, Orlando una fetta di pizza e il papi una piadina col prosciutto. Poi siamo andati nell’area della fattoria, dove stranamente c’erano anche i lemuri. C’era la mamma lemure con il suo lemurino sulla groppa e un altro che si sedeva come se fosse sulla riva della spiaggia. Poi abbiamo preso un treno che ci portava nell’habitat dei babbuini. Il treno era a prova di scimmia, perchè c’erano certi babbuini che se ti aggredivano riuscivano a buttare per terra anche lo chef Cannavacciuolo! 🙂 Abbiamo guardato uno spettacolo sui coccodrilli dove un tizio entrava nell’acqua e tirava fuori il coccodrillo per la coda. Fortissimo!!! In una stanza dove c’era qualche cucciolo di animale un po’ più protetto c’erano due tigrotti bellissimi che dormivano sul tappetino. C’era poca differenza da un paio di gattini addormentati. Orlando poi ha giocato un po’ sui gonfiabili e abbiamo visto uno spettacolo sui pappagalli  che andavano sul monopattino, guidavano una macchinina o giocavano a pallacanestro. Poi siamo saliti in macchina e abbiamo iniziato il viaggio che ci avrebbe portato via da quell’oasi di pace e serenità dove vivono quelle meravigliose creature. Mentre voltavamo le spalle a quel luogo vidi uno stormo di gabbiani avventurarsi verso gli ultimi raggi del sole al tramonto estivo.

 

 

 

*********Gioconda Grassilli*********

 

 

 

 

 
 

agosto

Posted at agosto 13, 2013 by

Sono riuscita a convincere i genitori a prendere due pesci rossi! Li teniamo in un acquario bellissimo di colore azzurro in camera nostra. Uno, quello un po’ più grande, si chiama Gunso, che significa sergente in giapponese (io amo quella lingua!); e quello un po’ più piccolino si chiama Nitohei, che invece vuol dire soldato semplice, sempre in giapponese. Sto imparando pian pianino qualcosa di giapponese perchè guardo i cartoni in giapponese e leggo i manga quindi qualcosa imparo sempre. 😉 Ho reso l’habitat un bel posto, con la ghiaia rossa, un sasso, una pianta alta e colorata dove i pesci si possano nascondere e un piccolo tempio di Nettuno. Quest’ultimo l’ho comprato durante la mia gita in Campania ed è molto tarocco, allora l’ho regalato ai pesci. Io penso che si sentano soli perchè l’acquario è grande e di solito quei pesci stanno in branchi di 4 o 5 elementi. Oggi pomeriggio andremo al mare e raccoglieremo qualche conchiglia per i nostri nuovi inquilini.

 

Gioconda Grassilli 🙂

 
 

agosto

Posted at agosto 8, 2013 by

Col tempo a Rimini sono arrivate molte gelaterie, tra cui “La gelateria del castello”, “Il pelllicano” o “La Romana”. Noi abitiamo in centro quindi le abbiamo assaggiate tutte molte volte, nessuna è cattiva e tutte sono buone. In passato c’è stata un’altra gelateria, di nome “Grom” e faceva davvero schifo, perchè il gelato era molto granuloso. C’è anche “La scintilla”, non so che aggettivo darle, ma se penso che vendono anche il gelato per cani, me ne viene in mente qualcuno.

Negli scorsi mesi l’acqua di mare era super pulita. Da lontano vedevi questa distesa  azzurrina risplendere sotto il sole e ti veniva voglia di buttarti dentro anche se eri tutto vestito. Però era piena di meduse ed era difficile muoverti se ogni volta che ti giravi ne vedevi una. Invece il mare in questi giorni di Agosto è fantastico e pulito, e si nuota che è una meraviglia. Ma visto che sul fondo c’è la sabbia si vedono sempre i riflessi verdi scuro e   l’acqua non è molto accattivante. Se le persone non vedono l’acqua azzurra caraibica pensano che è sporca. Invece non sanno cosa si perdono. Alla faccia vostra snob!

 

 

Gioconda Grassilli

 
 

agosto

Posted at agosto 2, 2013 by

La mamma ieri ha portato me, Iris e Orlando all’Italia in miniatura. Ci siamo andati con dei nostri amici. Sono l’unica ad essere entrata gratis perchè quest’anno puoi entrare gratis tutte le volte che vuoi dopo esserci andato una volta pagando il biglietto e facendo la foto da attaccare sopra. E’ come una specie di abbonamento. Insomma, siamo entrati e abbiamo fatto subito un giro sulle canoe. Ci sono andata così tante volte che ormai la scivolona finale non mi fa neanche più urlare. Urlo solo per divertimento, adoro urlare. Dopo siamo andati sulla monorotaia per vedere il parco tutto intero dall’alto. L’altoparlante diceva che per completare il duomo di Milano ci hanno impiegato seimila ore di lavoro! In effetti era molto accurato. Poi abbiamo fatto un giro sulle macchinine di pinocchio dove i muri erano stati sporcati da dei tizi stupidi tipo “Tina love Filo”. Poi non ho capito perchè lo scrivono, cioè buon per voi che lo sapete, perchè dovete venire a dircelo anche a noi?!? Poi abbiamo fatto altri due giri sulle canoe e siamo andati a mangiare i panini che ci eravamo portati da casa. Dopo abbiamo aspettato mezz’oretta perchè alle 13 chiudevano tutte le attrazioni e riaprivano alle 14. Siamo stati più o meno un’ora lì ai cannoni. Mi facevo bombardare d’acqua e non mi muovevo perchè non volevo abbandonare il posto. Ne ho ricavato qualcosa. Ero diventata una spugna umana, bè almeno avevo qualcosa in più in comune con Spongebob. Per fortuna avevo portato il ricambio. Dopo i cannoni abbiamo fatto un altro paio di canoe e dopo un’amica molto gentile e simpatica di mia mamma che lavora lì ci ha offerto un gelato per merenda. Stavamo per uscire quando sotto mia richiesta abbiamo fatto altri due giri sulle canoe. La mamma ha detto che la prossima volta farà la palla che viene sparata in aria, di nome Sling Shot, che alla fine è l’unica attrazione veramente paurosa del parco. UNO C’E’ ANCHE RIMASTO SECCO LA’ SOPRA! Ci ritorneremo anche il 10 agosto perchè c’è il pijama party dove puoi andare con il pijama e fare tutte le attrazioni di notte. Non vedo l’ora di rifare i tronchi! 😉

 

Gioconda Grassilli :-)

 

Unknown-5images-3

Unknown-6

 
 
 
La Vonorace is powered by WordPress™ on FatMary Theme © 2008
‡ 38 queries in 0,273 sec ‡