Come vivere infetti e felici
 
 

agosto

Posted at agosto 24, 2013 by

Era da un po’ che pensavamo di andare allo Zoo Safari. Si trova a Mirabilandia. Non sapevo che quella zona si chiamasse davvero Mirabilandia. Abbiamo accostato alla cassa per comprare i biglietti e ci hanno elencato le regole tra cui non aprire le portiere della macchina o i finestrini e di non usare i flash sulla macchina fotografica. Siamo entrati nel cancello a bordo della macchina e il primo animale che abbiamo visto da vicino è stato uno struzzo che si è avvicinato al finestrino ed ha esaminato la nostra macchina come se dovesse fare un controllo e si è fermato lì per un po’ ma noi siamo dovuti andare avanti, facevamo notte se aspettavamo quello struzzo ottuso. Poi abbiamo visitato molti altri habitat con molti altri animali che non avremmo potuto vedere se non andando nei luoghi dove vivono solitamente. Lo struzzo era praticamente onnipresente. Ogni volta che ci giravamo vedevamo uno struzzo ottuso! Siamo entrati anche nelle recinzioni piú pericolose, prima in quella dove c’erano i leoni, e poi in quella dove vivono le tigri. Ho visto anche una tigre che faceva il bagno e si vedeva proprio che era un felino! Avevano un faccione così tranquillo e sereno che scommetto che se anche una giovane gazzella fosse passata davanti ai leoni dicendo:”Eccomi, sono una gazzella. Prendetemi.”, loro avrebbero continuato a dormire pacificamente. Dopo il safari siamo andati nell’ area ristorante e abbiamo pranzato. Se lo volete sapere io e Iris ci siamo sbafate un paio di hot-dog, Orlando una fetta di pizza e il papi una piadina col prosciutto. Poi siamo andati nell’area della fattoria, dove stranamente c’erano anche i lemuri. C’era la mamma lemure con il suo lemurino sulla groppa e un altro che si sedeva come se fosse sulla riva della spiaggia. Poi abbiamo preso un treno che ci portava nell’habitat dei babbuini. Il treno era a prova di scimmia, perchè c’erano certi babbuini che se ti aggredivano riuscivano a buttare per terra anche lo chef Cannavacciuolo! 🙂 Abbiamo guardato uno spettacolo sui coccodrilli dove un tizio entrava nell’acqua e tirava fuori il coccodrillo per la coda. Fortissimo!!! In una stanza dove c’era qualche cucciolo di animale un po’ più protetto c’erano due tigrotti bellissimi che dormivano sul tappetino. C’era poca differenza da un paio di gattini addormentati. Orlando poi ha giocato un po’ sui gonfiabili e abbiamo visto uno spettacolo sui pappagalli  che andavano sul monopattino, guidavano una macchinina o giocavano a pallacanestro. Poi siamo saliti in macchina e abbiamo iniziato il viaggio che ci avrebbe portato via da quell’oasi di pace e serenità dove vivono quelle meravigliose creature. Mentre voltavamo le spalle a quel luogo vidi uno stormo di gabbiani avventurarsi verso gli ultimi raggi del sole al tramonto estivo.

 

 

 

*********Gioconda Grassilli*********

 

 

 

 

 
 

COMMENTS

RSS feed for comments on this post · TrackBack URL

There are no comments so far...
 
Comment Form

 
 
 
La Vonorace is powered by WordPress™ on FatMary Theme © 2008
‡ 31 queries in 0,159 sec ‡