Come vivere infetti e felici
 
 

novembre

Posted at novembre 3, 2009 by



Scrivere queste righe pescando in territori che possono scatenare la commozione è stato impegnativo, ma sono contento, grazie a Giulia Blasi, di aver fatto tornare la signora Angela qui con noi, sulla rete.

 
 

dicembre

Posted at dicembre 11, 2007 by

Tina, la spia che non ci amava per nienteScrittrice, amazzone, maliarda, agente segreto al servizio di Sua Maestà durante la Seconda Guerra mondiale, salvatrice di opere d’arte e prof al Liceo-Ginnasio di Rimini: no, non è un “trovate l’errore”. Albertina (Tina) Crico, alias Roxane Pitt, morta a Londra nel 1994, fu davvero tutto questo, e forse anche di più.
Tina, la spia che non ci amava per nienteUn tipo di donna avventurosa di cui si è perso lo stampo, ma non il ricordo, grazie allo storico Federico Muccioli e al suo prezioso libretto «Il registro della spia – Le molte vite della professoressa Tina Crico», appena pubblicato dalla Panozzo Editore .
Il volume verrà presentato sabato 15 dicembre a Rimini, nella Sala del Buonarrivo, Corso d’Augusto 231. All’incontro, coordinato da Lia Celi insieme all’autore, saranno presenti Maria Luisa Zennari e Manlio Masini. Si sconsiglia la presenza agli allergici alle spy-story e al profumo di cuoio di Russia.


 
 

giugno

Posted at giugno 26, 2006 by

Edicola di fiduciaIl cagnone nero spolverato è praticamente una stuoia. Cerca un minimo di riparo dietro gli espositori della mia edicola, quelli con le locandine del giorno. La farmacia di Cantelli, che vede il sole alle vetrine solo verso sera, dichiara trentasei gradi a mezza mattina. Io procedo in bici come al solito, confortato dal via e vai riminese che mai s’attenua e dall’alito di un qualcosa, poco che sia, raccolto con sapienza bimillenaria dal Corso d’Augusto. Nonostante il maglio del calore, la piazza è animata, la fitta tessitura di attività legate ai cento giorni balneari non può rallentare: “Com’è andato il weekend?” “Sabato c’è la Notte Rosa” “Avete mangiato bene da…?”
La Betta porta fuori dei “Montebianco estivi” e li serve a certi paonazzi seduti ai tavolini. Ha la camicina bianca del Bar Turismo, dei capelli neri da tango e un sorriso che gli arriva da chissà dove, forse da antenati indi, caucasici, ottomani, tanto qui sono approdati tutti. L’enorme nave di Abramovich, ad esempio, è alla rada davanti al porto dal fine settimana. Forse, dopo il Chelsea, si comprerà anche il Rimini.

Mi vengono in mente dei quadretti di alcuni decenni fa. La canicola nella bassa bolognese non prevedeva contromosse: resa totale, finestre “in casone”, ovvero con le imposte in legno, gli “scuri” quasi chiusi, inclinati come il tetto di una casa, appunto. La lama di luce che entrava, procedeva nelle ore, a rendere incandescenti minime porzioni di arredamento. Si poteva pensare ad un’installazione da biennale d’arte o al raggio laser di certa fantascienza pre-digitale. Sono cresciuto con i miei nella casa di mia nonna materna, un caseggiato popolare di fine ottocento, con muri esterni di cinquanta centimetri. Una benedizione, in agosto…

Leggi tutto…

 
 

dicembre

Posted at dicembre 27, 2005 by

ico-condor-radio2.gifRoberto Grassilli e Gianluca Neri a Clarence /6Dal 26 dicembre al 9 gennaio, tutti i giorni dal lunedì al venerdì alle 16:30 su Radio 2, Gianluca Neri conduce “Condor” con la ferma intenzione di fare “del del suo meglio per non fare rimpiangere troppo il padrone di casa Luca Sofri.
Vista l’occasione divertente, il mio socio-amico-fratello-eccetera mi ha chiesto di fargli compagnia per una delle puntate in diretta da Corso Sempione, a Milano. Una scusa per farci gli auguri e portare a segno l’ennesima malefatta, da aggiungere all’elenco inaugurato dieci anni fa. Non è che dovete stare in casa apposta, ma, nel caso, accendete la vostra Magneti Marelli alle 16,30 di mercoledi 28/12 su Radio Due: ci sentirete sproloquiare dei bei tempi e di altre vane cose, mentre ci sbronziamo di ponch caldo alla cannella.
Per ascoltare in diretta Radio 2 è sufficiente cliccare qui.

MacchiaRadio PodcastSe hai perso la puntata, puoi sottoscrivere il podcast di MacchiaRadio ed ascoltarla in differita sul tuo PC o lettore Mp3 all’indirizzo http://www.macchianera.net/podcast.xml
(o cliccare qui per aggiungerlo in iTunes).


 
 

novembre

Posted at novembre 1, 2005 by

La questione è semplice. Molto semplice. Il server costa 3500€ i diritti RIA e quelli SIAE si aggirano intorno ai 500€ per canale. E RadioNation ne ha quattro di canali. Condivido la posizione di Gianluca che ritiene che per essere liberi davvero non si debba ricevere soldi da altri se non da quelli che ti vogliono, se lo vogliono. E cioè tutti i retaioli che si godono RadioNation, Macchiaradio ecc… Offerta libera, liberissima, anche zero – che se non si raggiunge la quota non cambia niente perché pagare si paga lo stesso e trasmettere trasmetteremo comunque. Ma sarebbe un bel gesto. Un soldino per RadioNation. Rendi la tua radio libbbbera verameente 🙂

Un soldino per RadioNation
Un soldino per
RadioNation

Rendi la tua radio
libera veramente!

 
 

agosto

Posted at agosto 10, 2005 by

Atlantis1La Violetta, intendesi Violetta Bellocchio, mi aveva chiesto se ero ancora interessato alla Radio . E io sono di quelli che non si sottrae mai alla Radio, magari fa il musetto davanti alla televisiùn ma alla Radio no è bella, è buona, è brava, è libera.
Sono imprinting della crescita: Altogradimento, Treunotreuno, Hiiiitpareeeeid, Dischicaldi, Raistereonotte… Le emittenti private, eroiche, della prima frontiera, ascoltate in Emilia in maniera semi-clandestina. Zocca, Puntoradio, il mito del dj, le inevitabili esperienze in effemme: Antenna Unose ti piace la crema“. Ripensando alle ore al tavolo da disegno, con Radio Radicale o Radio Tre, a piegare l’apparecchio in modo da ricevere a tutti costi quella splendida rock-station di Scandiano, concludo che le onde hertziane non mi sono mai mancate, in nessun periodo della vita.
Dunque non si va contro natura, oppure ci si va poco. Se ti chiama Via Asiago, fosse solo per il capriccio di un pomeriggio, si prende il treno e si va a Roma. Così eccomi alla Rai agostana, dietro a Violetta che mi transa per i corridoi e mi accoglie nel bar stecchito, al mitico numero 10, fra un cornetto all’amarena e un tramezzino poco convinto di se’ stesso.
Ho registrato tre interventi: verranno liberati nell’etere di “ Atlantis” (Radiodue dalle 16,30 alle 18.00), il 12 e 15 agosto, più una successiva puntata non ancora definita.
Ve lo dico chiaro, ve lo dico netto: sono meno di tre minuti a botta, quindi se state ragionando di rinunciare a qualche piacevolezza pomeridiana per sentire me che sborbotto dal vostro grundig a pile, fermatevi. Altimenti ok, provate ad ascoltare, poi magari venite qui a dirmi qualcosa, ok?

 
 

giugno

Posted at giugno 22, 2005 by

LMT: la cassa della MeazziAnche per i blog, come era per siti, portali, eccetera, esiste una sorta di “programmazione estiva“.
Come succede che le persone vanno meno al cinema, così capita che le tastiere restino un tantino più disoccupate, a favore di qualche mezz’ora in più all’aria aperta.
Per l’estate appena iniziata mi sono ripromesso, oltre al proseguimento della strip cinquecentenaria, di rivitalizzare, nei limiti temporali che posso concedergli, il comatoso Memorial di Lino ei Mistoterital.
Ho già cominciato. Da oggi in poi se gradite, date regolarmente una misto-occhiata qui.

 
 

aprile

Posted at aprile 11, 2005 by

Cuore: badge Amici antichi e recenti, questa mia per segnalarvi la disponibilità in rete di un ulteriore scaffale della memoria. Un nuovo “Set” di immagini, naturalmente su Flickr, dove da oggi cercherò di allineare in bella mostra i documenti dell’epopea di Cuore rimasti in mio possesso. Piccola elaborata operazione di recupero, ostacolata anche dai cambiamenti intercorsi in più di dieci anni di formati di archiviazione elettronica: almeno cinque o sei differenti standard ci separano dagli anni gloriosi dei primi data-pak. Percui: io inizio con le cose accessibili e appena mi raggiungono Schliemann e Indiana Jones scendo in profondità.

 
 

marzo

Posted at marzo 27, 2005 by

Cheffigata. Giulia di “Sai tenere un segreto?” aveva già capito tutto da tempo, e lo rivelava in un post che mi era sfuggito. Nel suo intervento del 27 marzo scorso, scoperchiava quel verminaio di sinistrorsi che albergano su Blognation, il server di Gianluca, colui che ospita a sue spese (e sicuramente in previsione di qualche gesto sovversivo), la massa di saprofiti che trovate elencati nel post in questione .
Oltre alla Vonorace, ci trovate anche gli altri blog “a muro” con questo: Lino ei Mistoterital e Grassilli Warehouse.
Grazie Giulia, in ritardo. Gli altri incendiari della Casina Verdeti ringraziano per questi due minuti di buonumore. Anche se non spieghi cos’è un Rolli e come si spegne.

 
 

settembre

Posted at settembre 30, 2004 by

alessiodesk_col.gifAvevo detto agli amici che non era finita del tutto, che non mi sentivo di abbandonarla così, dopo una storia intensa durata quasi tre anni. Avevamo necessità di stare un po’ lontani, di ripensare a cosa siamo l’uno per l’altra.
Alla fina abbiamo dovuto ammettere la reciproca dipendenza. Con rinnovato entusiasmo riprendo quindi a disegnare la mia strip fumettata, quella Net To Be nata sulle pagine di Clarence nel maggio 2001.
Ora però la trovate su Warehouse, il magazzino di famiglia, a muro con questo blog.
Questa serie nuova è al momento assolutamente libera da vincoli commerciali. Ciò significa che potete linkarvela dove volete, copiarla e incollarla sui vostri blog e siti, mantenendo cortesemente i riferimenti all’autore e al luogo da cui la prelevate.
Facciamolo, questo esperimento: vediamo quanto Net To Be può viaggiare ed estendersi sulla Rete, visto che di Rete ha vissuto e continua a parlare.
Anche da questo dipenderà la sua longevità. Abbracci a tutti ;-))

 
 
 
La Vonorace is powered by WordPress™ on FatMary Theme © 2008
‡ 35 queries in 0,201 sec ‡
 
 
tags
 
 
 
Pages
 
 
 
Meta
 
 
 
Blogroll